Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2406 - Grotta a W del Monte Orsario

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a W del Monte Orsario
Nome principale sloveno
Numero catasto 2406
Numero catasto storico 4819VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5063036,9
Longitudine Gauss-Boaga 2428183,1
Latitudine WGS-84 45° 42' 52,5208" (45,71458912)
Longitudine WGS-84 13° 49' 12,7228" (13,82020077)
Latitudine UTM WGS-84 5063014,0
Longitudine UTM WGS-84 408177,0
Quota ingresso 403
Data esecuzione posizione 27-02-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0.60 x 0.40m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 9
Autore posizione Benedetti Gianni
Gruppo appartenenza GTS - Gruppo Triestino Speleologi
Autore posizione
Gruppo appartenenza
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 17
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 21
Dislivello totale 21
Quota fondo 382
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della cavità, sovrastato da un grosso macigno, si apre a pochi metri dal sentiero 43, sul bordo di una piccola dolina.
Descrizione dei vani interni della cavità Alla base del primo pozzo uno stretto passaggio fra i massi permette di accedere ad un secondo breve salto, sormontato da un camino. Seguono altri due piccoli pozzi che conducono alla parte più profonda della grotta, dove si possono notare morfologie giovanili, mentre sono scarse le concrezioni. Sul fondo della cavità, da alcune fratture non transitabili, spira una leggera corrente d'aria.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-05-1974
Foto
Data dello scatto: 27-02-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Benedetti Gianni

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 27-02-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Benedetti Gianni

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi