Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2390 - Pozzo presso Borgo Grotta Gigante

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso Borgo Grotta Gigante
Nome principale sloveno
Numero catasto 2390
Numero catasto storico 4803VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 05-05-1974
Scopritore De Colombani - Piero
Gruppo scopritore GRST - Gruppo Ricerche Spel. Timavo

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5062780,0
Longitudine Gauss-Boaga 2424398,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 42,3551" (45,71176531)
Longitudine WGS-84 13° 46' 17,8684" (13,77163012)
Latitudine UTM WGS-84 5062757,2
Longitudine UTM WGS-84 404392,0
Quota ingresso 283
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 9.5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 20
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 14
Dislivello totale 14
Quota fondo 269
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si trova in un leggero avvallamento del terreno ed è stata aperta con un breve lavoro di rimozione di pietrame, vegetazione e terriccio.
Descrizione dei vani interni della cavità Alla base del pozzo d'accesso parte una galleria discendente che si sviluppa in direzione N per 5,4 m e poi piega verso W, divenendo un meandro angusto, fino ad una profondità di 14 m. In questo ramo, ricco di concrezioni, sul lato E della galleria, si apre una piccola nicchia ed un successivo pozzetto cieco profondo circa 3 m; sul lato W invece un minuscolo meandro si dirama dalla volta. All'esterno, sulla verticale del pozzetto cieco, esiste un notevole avvallamento del terreno.
Dalla base del primo pozzo, in direzione S, si apre un secondo orifizio che dà accesso a due successive stanzette di modeste dimensioni, molto umide e poco concrezionate.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 06-05-1974