Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2372 - Grotta a W del Faro

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a W del Faro
Nome principale sloveno
Numero catasto 2372
Numero catasto storico 1082FR
Numero totale ingressi 2

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Tarcento
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049164 - Chialminis
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5122065,2
Longitudine Gauss-Boaga 2385443,4
Latitudine WGS-84 46° 14' 19,0718" (46,23863105)
Longitudine WGS-84 13° 15' 16,8548" (13,25468189)
Latitudine UTM WGS-84 5122042,0
Longitudine UTM WGS-84 365439,0
Quota ingresso 847
Data esecuzione posizione 26-01-2020
Affidabilità posizione 1° gruppo riposizionamento regionale su CTR 1:5000 (1999)
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0.5 x 1 m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3
Autore posizione Chiavoni Andrea
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 10
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10
Dislivello totale 10
Quota fondo 837
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre in località Faro del Bernadia, ai margini di una piccola dolina. Superato il piazzale del Faro in direzione Tarcento, prendere la prima strada a destra sterrata che porta al parcheggio utilizzato per i raduni alpini. Prendere la strada con divieto che si stacca verso destra (la prima arrivando) e proseguire per circa 150 m fino ad una curva verso destra. Sporgersi sul ciglio di sinistra finché, dall'alto, non si individuano due doline. Nella seconda (caratterizzata da una netta paretina rocciosa) si aprono i due ingressi della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Uno stretto pertugio semiostruito da massi dà accesso ad una serie di brevi salti superabili senza l'uso di attrezzatura, ai quali fa seguito un pozzo di 4m che porta ad una caverna; sulla volta si aprono due camini dei quali uno comunica con l'esterno attraverso una stretta fessura e un piccolo meandro. La cavità non è concrezionata.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 17-09-1972
Foto
Data dello scatto: 26-01-2020

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Descrizione inquadratura: Ingresso inferiore con targhetta
Data dello scatto: 26-01-2020

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Descrizione inquadratura: Targhetta ingresso superiore
Data dello scatto: 26-01-2020

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Descrizione inquadratura: Le due frecce gialle indicano i due ingressi della cavità
Data dello scatto: 26-01-2020

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Descrizione inquadratura: Targhetta ingresso inferiore
Data dello scatto: 26-01-2020

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Descrizione inquadratura: Ingresso superiore con targhetta