Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2363 - Abisso di Rug Dobie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso di Rug Dobie
Nome principale sloveno
Numero catasto 2363
Numero catasto storico 1073FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune San Pietro al Natisone
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067074 - Crostù
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5111047,4
Longitudine Gauss-Boaga 2405453,9
Latitudine WGS-84 46° 8' 35,4088" (46,1431691)
Longitudine WGS-84 13° 31' 0,4588" (13,5167941)
Latitudine UTM WGS-84 5111024,0
Longitudine UTM WGS-84 385449,0
Quota ingresso 324
Data esecuzione posizione 08-04-2009
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,6 x 0,6m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 14
Autore posizione Rossi Davide
Gruppo appartenenza GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone
Autore posizione
Gruppo appartenenza
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 20
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 94
Dislivello totale 94
Quota fondo 230
Vincolo paesaggistico Non definito
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Pozzo non disceso
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Circa a metà strada del largo sentiero che da Grobbia porta ad Altovizza scende, sulla destra, il canalone nel quale scorre il Rug Dobie; lo si deve percorrere fino a raggiungere una piccola teleferica e quindi bisogna piegare a destra, verso un declivio al cui limite Nord si trova l'ingresso della cavità. L'ingresso semi circolare della grotta ha 80 centimetri di diametro. Si apre in una zona caratterizzata da una fitta vegetazione e da assenza di sentieri. E' pertanto necessario per il ritrovamento l'uso del GPS.
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco subcircolare della grotta misura 1,5m di diametro ed immette in un pozzo a campana, sul cui fondo si aprono due pozzi paralleli i quali, dopo una quindicina di metri, comunicano fra loro, tramite un'ampia finestra; il pozzo che si apre sulla destra, alla base del p.30 parallelo al ramo principale, nel quale l'abbondante stillicidio si raccoglie in una piccola cascata, inizia con un diametro di due metri e termina dopo 16,5 metri con una fessura completamente ostruita alla base da materiale detritico. In questo punto non è presente circolazione d'aria. La discesa di questo pozzo è resa pericolosa da massi debolmente cementati dall'argilla. L'altro pozzo dopo 30m è interrotto da un ripiano dal quale scende un ulteriore pozzo della stessa profondità; alla base di questo si aprono varie strette, ma percorribili fessure che portano alla massima profondità. Altre fessure, delle quali una è stata sondata per una ventina di metri, sono rimaste inesplorate ed il loro forzamento potrebbe dar adito a proseguimenti.
L'esplorazione di questa cavità risulta particolarmente pericolosa per la caduta di sassi dal cono detritico presente alla base del primo pozzo e all'interno non ci sono punti sufficientemente protetti.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 17-06-1973
Foto
Data dello scatto: 20-07-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Balbi Vojko

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Balbi Vojko

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Tipo inquadratura: Ingresso