Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2348 - Grotta 1° ad E di Visogliano

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 1° ad E di Visogliano
Nome principale sloveno
Numero catasto 2348
Numero catasto storico 4780VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109041 - Malchina
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5069933,0
Longitudine Gauss-Boaga 2415348,0
Latitudine WGS-84 45° 46' 29,3557" (45,77482104)
Longitudine WGS-84 13° 39' 13,8386" (13,65384406)
Latitudine UTM WGS-84 5069910,2
Longitudine UTM WGS-84 395342,2
Quota ingresso 133
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 8
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 18.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10.2
Dislivello totale 10.2
Quota fondo 122.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si trova vicino alla carrareccia che da Visogliano porta verso la pineta a Nord di Slivia. Di fronte ad una stretta dolina, dopo un grande appezzamento di terreno attraversato da un elettrodotto c'è un terreno a pascolo intramezzato da macchie e cespugli : in una vaschetta racchiusa da due massi, che si trova ad un centinaio di metri dalla suddetta strada, si apre l'imbocco della grotta.
Descrizione dei vani interni della cavità Lo stretto pozzo d'accesso, che in origine si apriva all'esterno con un'esigua fessura, è stato reso accessibile con un paio d'ore di scavo e conduce ad una caverna riccamente adorna di stalattiti di notevoli dimensioni; da essa si dipartono due brevi e stretti meandri, dei quali uno si sviluppa in direzione Ovest, mentre l'altro, aperto in mezzo ad una colata calcitica, porta in una nicchia sormontata da uno stretto camino alto circa 3m.
Poco sotto l'ingresso si apre un terzo meandro, dalla cui volta pendono alcune radici e con il suolo costituito da un alto strato di terriccio.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 30-03-1973