Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2328 - Grotta Regina del Carso

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Regina del Carso
Nome principale sloveno
Numero catasto 2328
Numero catasto storico 4760VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Goriziano
Provincia Gorizia
Comune Savogna d'Isonzo
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 088111 - San Michele del Carso
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5081925,0
Longitudine Gauss-Boaga 2408844,0
Latitudine WGS-84 45° 52' 54,1407" (45,88170575)
Longitudine WGS-84 13° 34' 2,8214" (13,56745039)
Latitudine UTM WGS-84 5081902,1
Longitudine UTM WGS-84 388838,6
Quota ingresso 194
Data esecuzione posizione 26-02-2012
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1m x 0,5m
Tipo ingresso Galleria
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Bruzzechesse Marco
Gruppo appartenenza TALPE - Jamarski klub Kraški krti/Gruppo Speleologico Talpe del Carso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 320
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 57.4
Dislivello totale 57.4
Quota fondo 136.6
Vincolo paesaggistico Si
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si trova sul lato Nord dell'altopiano di Doberdò del Lago, a Sud-Est del paese di Cotici.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della grotta, originariamente molto stretto e basso, una volta ampliato è stato chiuso con un cancello di ferro. La cavità si sviluppa in direzione S-N con un'inclinazione quasi costante ed è estremamente interessante per la ricchezza di concrezioni, molte delle quali sono eccentriche.
Inizialmente piuttosto stretto, l'ambiente si allarga non appena si giunge alla sommità di un pozzo di 8m il quale porta in una sala, chiamata Sala dei Congressi o sala delle Riunioni; da questa partono due diramazioni delle quali la prima porta ad un pozzo di 30m, con il fondo occupato dall'acqua, mentre la seconda è costituita da una galleria che sbocca in un'altra sala, chiamata Sala del San Michele, sul cui lato sinistro si aprono alcuni pozzi ciechi. Due ulteriori diramazioni portano rispettivamente ad un pozzo di 12m, dal fondo sommerso dall'acqua, e ad una galleria meandriforme, quasi priva di concrezioni e molto fangosa. Al termine di quest'ultimo ramo una nuova diramazione conduce ai due ultimi proseguimenti, uno dei quali si conclude con una fessura impraticabile, l'alto con un pozzo di 5m.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 14-05-1972
Foto
Data dello scatto: 26-02-2012

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Bregant Luigi

Gruppo di appartenenza: TALPE - Jamarski klub Kraški krti/Gruppo Speleologico Talpe del Carso

Data dello scatto: 26-02-2012

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Bregant Luigi

Gruppo di appartenenza: TALPE - Jamarski klub Kraški krti/Gruppo Speleologico Talpe del Carso