Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2298 - Cavernetta presso la Pocala

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Cavernetta presso la Pocala
Nome principale sloveno
Numero catasto 2298
Numero catasto storico 4730VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 110013 - San Pelagio
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5068150,0
Longitudine Gauss-Boaga 2416849,0
Latitudine WGS-84 45° 45' 32,4106" (45,75900294)
Longitudine WGS-84 13° 40' 24,6901" (13,67352503)
Latitudine UTM WGS-84 5068127,2
Longitudine UTM WGS-84 396843,2
Quota ingresso 140
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione 2° gruppo riposizionamento regionale GPS (2000)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 14
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 5.8
Dislivello totale 5.8
Quota fondo 134.2
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre in uno strato affiorante di calcite spesso pochi centimetri, nella piccola depressione che interrompe a Nord lo spiazzo erboso antistante la Caverna Pocala (173/91VG). Quest'ultima è raggiungibile tramite una stradina che si diparte 300m oltre il cavalcavia ferroviario di Aurisina e che si interna sulla destra, seguendola fino ad una cava di calcite, e si trova nello spiazzo della cava, sul lato destro.
Descrizione dei vani interni della cavità La prima esplorazione della grotta, anteriore al 1957, venne effettuata molto probabilmente dagli operai che lavoravano nella vicina cava.
La cavità si apre con uno stretto ingresso ed è formata da un unico vano discendente, dal suolo coperto di argilla.
Il passaggio di numerosi visitatori è testimoniato da un sentierino che dall'ingresso conduce sino al fondo, da un muro a secco lungo 2m e da un banco di calcite trasparente rotto e parzialmente asportato.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 15-08-1972
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso