Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2295 - Pozzo dei Gradini

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo dei Gradini
Nome principale sloveno
Numero catasto 2295
Numero catasto storico 4727VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110052 - Prosecco
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5062839,6
Longitudine Gauss-Boaga 2422649,3
Latitudine WGS-84 45° 42' 43,4093" (45,71205814)
Longitudine WGS-84 13° 44' 56,9639" (13,74915664)
Latitudine UTM WGS-84 5062816,8
Longitudine UTM WGS-84 402643,3
Quota ingresso 240
Data esecuzione posizione 02-09-2006
Affidabilità posizione 5° gruppo riposizionamento regionale GPS (2006)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 4
Autore posizione Grillo Barbara
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 9
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 18
Dislivello totale 18
Quota fondo 222
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre in roccia viva, sul lato Nord e a 3m dal fondo di un'ampia dolina dalle pareti rocciose.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso, aperto artificialmente, a 2m di profondità si allarga e quindi termina su di un ripiano a 4m di profondità. Da qui la cavità prosegue con un salto di 14m, alquanto ampio e dal fondo leggermente inclinato verso Sud, composto da terriccio e pietre, nel quale si apre un pozzetto strettissimo e assolutamente impraticabile. A 4m d'altezza dalla base del pozzo si apre, in parete, una galleria, riccamente concrezionata da stalattiti e colonnine, raggiungibile tramite alcuni scalini e cenge naturali; essa inizia con un tratto malagevole e poi si allarga, finendo con un pozzetto strettissimo ed impraticabile.
Nel 1981 la cavità è stata esplorata nuovamente ed essendo state constatate alcune discordanze con il rilievo del 1973, è stato eseguito un nuovo rilievo. Durante la visita è stato notato un fatto curioso: nella galleria non c'erano più le concrezioni rappresentate nel primo rilievo e nemmeno tracce della loro asportazione.
E' stato valutato che dalla minuscola fessura posta in una nicchietta al fondo della galleria la cavità prosegue ancora verticalmente per qualche metro, ma alcuni tentativi di ampliamento, eseguiti da predecessori, non hanno dato alcun risultato.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 06-12-1981
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso