Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2241 - Pozzo 1° a N di Prepotischis

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 1° a N di Prepotischis
Nome principale sloveno
Numero catasto 2241
Numero catasto storico 1026FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067114 - Castelmonte
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5104260,0
Longitudine Gauss-Boaga 2406797,0
Latitudine WGS-84 46° 4' 56,3764" (46,08232679)
Longitudine WGS-84 13° 32' 8,8633" (13,53579536)
Latitudine UTM WGS-84 5104236,7
Longitudine UTM WGS-84 386792,0
Quota ingresso 355
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 16
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 4
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 16
Dislivello totale 16
Quota fondo 339
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è stata portata alla luce nel 1967 da alcuni abitanti del luogo che, incuriositi da un avvallamento del terreno, si sono messi a scavare sino ad aprire l'attuale imbocco.
La grotta è impostata su di una frattura orientata NE-SW ed è interessata da una notevole presenza di argille sia sul fondo che sulle pareti. La stanza terminale presenta un debole concrezionamento che trova il suo massimo sviluppo sulla parete Nord, adorna di alcune stalattiti molto belle, dove lo stillicidio è più abbondante che in altre parti della grotta.
Il fondo è detritico.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 26-11-1972