Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 223 - Pozzo presso il Casello ferroviario di Fernetti

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso il Casello ferroviario di Fernetti
Nome principale sloveno
Numero catasto 223
Numero catasto storico 291VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5060843,0
Longitudine Gauss-Boaga 2427831,0
Latitudine WGS-84 45° 41' 41,2797" (45,69479991)
Longitudine WGS-84 13° 48' 57,9399" (13,81609442)
Latitudine UTM WGS-84 5060820,1
Longitudine UTM WGS-84 407824,9
Quota ingresso 315
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso Parzialmente ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 4.5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 5.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 6.5
Dislivello totale 6.5
Quota fondo 308.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Questo piccolo pozzo si trova al bordo della dolina, nella quale si apre anche la 290VG, che si trova a pochissima distanza dalla Strada Statale 58 Villa Opicina-Fernetti, all'altezza del km 8,60m, sulla sinistra.
Descrizione dei vani interni della cavità Le attuali proporzioni e la struttura stessa della cavità sono mutate in seguito ad una parziale ostruzione dovuta a detriti di spietramento. Un masso posto dai contadini copre gran parte del suo imbocco.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 08-11-1962