Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2205 - Pozzo presso la Polveriera

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso la Polveriera
Nome principale sloveno
Numero catasto 2205
Numero catasto storico 4710VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5062395,0
Longitudine Gauss-Boaga 2425344,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 30,3506" (45,70843072)
Longitudine WGS-84 13° 47' 1,883" (13,78385639)
Latitudine UTM WGS-84 5062372,1
Longitudine UTM WGS-84 405338,0
Quota ingresso 293
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2.2
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 2.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10.3
Dislivello totale 10.3
Quota fondo 282.7
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della cavità si apre in una zona cespugliosa, ad una settantina di metri dal recinto (lato Nord) della Polveriera di Borgo Grotta Gigante.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso in origine era ostruito da pietrame; in fondo al pozzetto iniziale si apre un varco oltre il quale scende il pozzo interno, poco profondo, dalle pareti ricoperte da uno spesso strato di calcite. Il fondo è quasi piano ed è composto di argilla rossa ricoperta da un velo d'acqua che, dopo aver lambito le pareti, la imbeve. La parete rivolta ad Est è interessata da una fenditura profonda 1m e larga in media 80cm, molto concrezionata, nella parte terminale della quale una grossa colonna sembra precludere il passaggio verso un proseguimento della cavità. Più a destra si apre un accenno di pozzetto che a stima è profondo qualche metro. L'assenza di una corrente d'aria fa però dubitare sulla possibilità di ulteriori proseguimenti.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 12-12-1971