Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2181 - Abisso a W di Fernetti

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso a W di Fernetti
Nome principale sloveno
Numero catasto 2181
Numero catasto storico 4686VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5061213,0
Longitudine Gauss-Boaga 2427699,4
Latitudine WGS-84 45° 41' 53,2032" (45,698112)
Longitudine WGS-84 13° 48' 51,6024" (13,814334)
Latitudine UTM WGS-84 5061190,1
Longitudine UTM WGS-84 407693,3
Quota ingresso 321.8
Data esecuzione posizione 18-06-2016
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.5 x 1.0
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 7
Autore posizione Klun Antonio
Gruppo appartenenza GGCD - Gruppo Grotte Carlo Debeljak
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 82
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 92
Dislivello totale 92
Quota fondo 229.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'abisso è situato a NE della linea ferroviaria che attraversa la piana di Fernetti, quasi all'inizio della pineta che si estende sul lato destro del sentiero che fiancheggia la ferrovia e che dal cavalcavia di Fernetti porta alla Stazione di Opicina Campagna.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della grotta, allargato artificialmente, dà accesso al primo pozzo oltre il quale fu disostruito anche il passaggio che porta al pozzo sottostante, profondo 10m; questo inizialmente è molto stretto e la sua base è costituita da un ripiano (punto 4 nel rilievo), la parte sommitale di un enorme ponte naturale che divide in due il pozzo sottostante. Da qui è conveniente proseguire dal lato Ovest (punto 7): un pozzo di 30m porta sul fondo di un'ampia caverna (punto 8) dal suolo fortemente inclinato, sia in direzione Nord che in direzione Sud, ed ingombro di depositi argillosi e di grossi massi di crollo.
In direzione Est si trova l'ingresso del quarto pozzo, anch'esso disostruito da numerosi blocchi rocciosi, il quale scende abbastanza ampio per 18m e dà adito alla seconda parte della cavità, ad andamento prevalentemente orizzontale.
Lungo la galleria, tutta concrezionata e resa ancor più suggestiva da diverse vaschette d'acqua limpidissima, si aprono alcuni pozzetti: uno di 5m (punti 12-14), uno di 12m (punti 11-15) ed uno di 7m (punti 16-17). Pressoché al centro della galleria (punto 23) scende un'ulteriore serie di pozzi, rispettivamente di 10m, 18m e 9m, che portano alla massima profondità della grotta, 92m.
Sul fondo una fessura impraticabile impedisce ogni ulteriore proseguimento.
La strettezza degli ambienti nella prima parte della cavità e la presenza di pericolose pietre mobili rendono la visita piuttosto difficoltosa.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-12-1972
Foto
Data dello scatto: 18-06-2016

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Fratnik Enrico

Gruppo di appartenenza: GGCD - Gruppo Grotte Carlo Debeljak

Data dello scatto: 18-06-2016

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Fratnik Enrico

Gruppo di appartenenza: GGCD - Gruppo Grotte Carlo Debeljak