Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2142 - Grotta Nuova nella Forra del Torrente Cosa

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Nuova nella Forra del Torrente Cosa
Nome principale sloveno
Numero catasto 2142
Numero catasto storico 975FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Clauzetto
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 048151 - Clauzetto
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5123748,0
Longitudine Gauss-Boaga 2357026,0
Latitudine WGS-84 46° 14' 51,1827" (46,24755076)
Longitudine WGS-84 12° 53' 8,7105" (12,88575291)
Latitudine UTM WGS-84 5123725,2
Longitudine UTM WGS-84 337022,1
Quota ingresso 495
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 121
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 6.5
Dislivello negativo
Dislivello totale 6.5
Quota fondo 495
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Per raggiungere la cavità bisogna risalire la forra del Torrente Cosa per circa 200m, dopo aver percorso il tratto attrezzato turisticamente. La grotta si apre, risalendo il torrente, sul lato sinistro della forra e visto che bisogna superare a nuoto alcuni tratti e la temperatura dell'acqua è bassa è necessario indossare le mute da sub di neoprene.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta inizia con un'ampia caverna, lunga circa 33m, in leggera salita e con il pavimento ricoperto da massi di crollo. Sulla destra, a circa 1m da terra, si diparte un cunicolo basso ed angusto che, dopo un breve tratto, diviene impraticabile.
La galleria, larga 60cm x 60cm, si apre fra alcuni massi sul fondo di questa caverna ed ha prevalentemente una sezione semicircolare con il fondo ricoperto d'argilla asciutta e morbida. Inoltrandosi per circa 26m, sulla destra, si trova un altro cunicolo che dopo un tratto di circa 5,6m in leggera discesa, sbocca in una cavernetta di 3,5m x 3m, con il fondo ricoperto di ciottoli. Sopra la cavernetta si apre un camino di circa 6m e sulla destra della cavernetta, vicino al fondo, inizia un cunicolo che quasi subito diventa impraticabile.
Ritornati nella galleria principale e percorsi ancora circa 12m, sulla sinistra, si incontra un altro proseguimento che, dopo un percorso di circa 5,3m in leggera salita, finisce con lo restringersi tanto da impedire il passaggio.
La galleria poi si piega a gomito e dopo poco (punto 5 del rilievo) si incontra un ponte naturale; prendendo il passaggio inferiore si imbocca, sulla destra, un cunicolo lungo circa 3m, alla fine del quale, attraverso un passaggio, si sbuca quasi al termine della corta galleria di 5,4m che si sviluppa superiormente e parallelamente a quella ora descritta.
Sulla sinistra invece, il passaggio basso termina quasi subito.
Proseguendo per il ramo principale, dopo circa 3,7m, si arriva ad un pozzetto cieco, profondo 2m, dopodichè continuando per un tratto in leggera salita si sbuca in una cavernetta finale di 3m x 1,5m, in fondo alla quale, vicino al soffitto, si apre una stretta fessura decisamente impraticabile.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 02-04-1972