Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2140 - Inghiottitoio a N di Stavolo Zabarie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Inghiottitoio a N di Stavolo Zabarie
Nome principale sloveno
Numero catasto 2140
Numero catasto storico 548FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Lusevera
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049123 - Vedronza
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5123355,0
Longitudine Gauss-Boaga 2386413,0
Latitudine WGS-84 46° 15' 1,5285" (46,25042457)
Longitudine WGS-84 13° 16' 0,7935" (13,26688709)
Latitudine UTM WGS-84 5123331,7
Longitudine UTM WGS-84 366408,6
Quota ingresso 595
Data esecuzione posizione 22-01-2005
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1 X 1,5
Tipo ingresso Meandro
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Razzuoli Massimo
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 213
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 43
Dislivello totale 43
Quota fondo 552
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso Si
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata Si
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si raggiunge tramire il sentiero che dalla Località Funtic (Villanova delle Grotte) porta a Tapodabarie. Dopo circa 400m si svolta a sinistra, in prossimità di una depressione, per raggiungere dei ruderi e quindi l'inghiottitoio.
Descrizione dei vani interni della cavità L'inghiottitoio si apre al confine tra il flysch di Villanova ed i calcari del Cretacico, infatti la cavita' si sviluppa nei calcari con residui di sedimenti flyschoidi.
Il ramo principale della grotta è costituito da un continuo e tortuoso meandro, all'origine quasi impraticabile,ora allargato e reso agibile al passaggio, che conduce a due sale impostate su fratture. L'accesso alla prima sala è facilitato da una scaletta a pioli mentre per raggiungere la seconda si percorre uno stretto cunicolo in discesa che termina con un breve salto di 6.5m.
Prima del cunicolo che porta alla seconda sala (Sala principale), sulla destra, si trova l'ingresso del Ramo dell'acqua, un altro meandro che in parte corre parallelo al ramo principale e che presenta un debole scorrimento d'acqua.
Alla fine del cunicolo, tramite un pozzetto di 3.4m, si accede al Ramo della scaletta, meandro che si sviluppa in direzione Nord per poi girare verso Est e ricollegarsi al pozzetto tramite una finestra.
Dalla Sala principale si accede alla Galleria dei sedimenti e per mezzo di una breve risalita ed un pozzo di 7m, al Ramo delle mensole.
La cavità è ancora in fase di esplorazione in quanto sono state individuate possibili prosecuzioni nella caverna principale.

NOTA GSSG 2014: Presenza di un cancello a pochi metri dall'ingresso. Chiavi presso il GSSG. Il cancello verrà rimosso a fine esplorazione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 22-01-2005
Foto
Data dello scatto: 19-01-2014

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Zidarich Omar

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Data dello scatto: 19-01-2014

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Zidarich Omar

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Data dello scatto: 19-01-2014

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Zidarich Omar

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: Targa apposta presso l'ingresso.