Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2136 - Grotta di Crai

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta di Crai
Nome principale sloveno
Numero catasto 2136
Numero catasto storico 439FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Drenchia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067041 - Drenchia
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5114645,0
Longitudine Gauss-Boaga 2415718,0
Latitudine WGS-84 46° 10' 37,8624" (46,177184)
Longitudine WGS-84 13° 38' 55,898" (13,64886055)
Latitudine UTM WGS-84 5114621,4
Longitudine UTM WGS-84 395713,0
Quota ingresso 860
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 4
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 150
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 12
Dislivello totale 12
Quota fondo 848
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre 500m ad Ovest del Monte La Cima, presso il ripido declivio che da quota 922 porta sulla strada Crai-Clabuzzaro.
Descrizione dei vani interni della cavità Vi sono due ingressi, quello più alto è il più agevole ed immette con un breve salto nel ramo principale della grotta. Oltre a quest'ultimo, vi sono due rami inferiori che si aprono a NE e SE rispetto al ramo principale. Il settore superiore della grotta è fossile, privo di acque percolanti e con il fondo spesso, ingombro di materiale clastico anche di grosse dimensioni. Il ramo NE, si raggiunge con un piccolo salto che immette in due salette concrezionate che terminano con una fessura verticale impraticabile. L'altra diramazione si raggiunge con un pozzetto di 5,5m che conduce ad un meandro caratterizzato da un profilo trasversale a bottiglia. Anche in questo settore della cavità le acque sono scarse, la diramazione termina in argilla e rare concrezioni di colore rosso.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 06-09-1970