Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2123 - Abisso di Clenia

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso di Clenia
Nome principale sloveno
Numero catasto 2123
Numero catasto storico 966FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune San Pietro al Natisone
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067061 - San Pietro al Natisone
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5109951,0
Longitudine Gauss-Boaga 2403746,0
Latitudine WGS-84 46° 7' 58,8593" (46,13301647)
Longitudine WGS-84 13° 29' 41,8445" (13,49495681)
Latitudine UTM WGS-84 5109927,7
Longitudine UTM WGS-84 383741,1
Quota ingresso 232
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 4
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 6.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 30.4
Dislivello totale 30.4
Quota fondo 201.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della cavità è difficile da rintracciare in quanto strettissimo e parzialmente nascosto da erbe e cespugli.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo è impostato lungo una frattura orientata NW e, dopo alcuni metri, si allarga assumendo l'aspetto tipico di un inghiottitoio con le pareti corrose ed erose dall'acqua.
Un pozzo di circa 14m porta ad un ripiano detritico che dà sul pozzo finale, il quale praticamente forma un pozzo unico con la prima parte della cavità. Esso ha le pareti che non scendono perfettamente verticali e sulle quali vi è una gran quantità di detriti molto instabili, alcuni dei quali sono incastrati nelle fessure. Sul fondo si apre una fessura troppo stretta per poter essere esplorata. Lo stillicidio è apprezzabile e non si notano concrezioni.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 02-04-1972