Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2099 - Grotta del Capretto

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta del Capretto
Nome principale sloveno
Numero catasto 2099
Numero catasto storico 942FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Taipana
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049122 - Monteaperta
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5123244,0
Longitudine Gauss-Boaga 2391403,0
Latitudine WGS-84 46° 15' 1,3972" (46,25038811)
Longitudine WGS-84 13° 19' 53,8476" (13,33162432)
Latitudine UTM WGS-84 5123220,7
Longitudine UTM WGS-84 371398,5
Quota ingresso 583
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 17
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 12
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 24.4
Dislivello totale 24.4
Quota fondo 558.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si trova nei pressi di una vallecola, circa 550m a NW dalla Borgata di Coos. La zona è facilmente raggiungibile trovandosi subito sopra i roccioni che s'incontrano dopo circa 800m di strada non asfaltata che dalla borgata di Coos porta verso Platischis. Al termine della parete rocciosa, sulla destra, si trova un piccolo sentiero che porta sopra le rocce ed in vista della vallecola: in una macchia di castagni, circondato da filo di ferro, si apre l'imbocco circolare della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Quasi alla fine del pozzo si intravede una fessura che comunica con la seconda parte della cavità e che si vede anche dalla parte finale della grotta. Sul fondo un pertugio porta alla parte terminale della grotta, formata da una stanza quasi rettangolare ed in forte pendenza. Il fondo è ricoperto da abbondante materiale clastico ed altri detriti. Sulla sinistra si apre la fessura, sopra descritta, che comunica con il pozzo. Parte della sala è ornata da concrezioni ormai senili. Lo stillicidio è quasi assente.
A poca distanza si apre un altro pozzetto ora ostruito.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 29-09-1972