Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 206 - Grotta sopra Longera

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta sopra Longera
Nome principale sloveno
Numero catasto 206
Numero catasto storico 134VG
Numero totale ingressi 2

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110141 - Trieste Sud-Est
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5055293,0
Longitudine Gauss-Boaga 2428901,0
Latitudine WGS-84 45° 38' 41,992" (45,64499779)
Longitudine WGS-84 13° 49' 51,1452" (13,83087368)
Latitudine UTM WGS-84 5055270,2
Longitudine UTM WGS-84 408894,8
Quota ingresso 378.26
Data esecuzione posizione 31-08-2000
Affidabilità posizione 2° gruppo riposizionamento regionale GPS (2000)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 4
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 24
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 8.3
Dislivello totale 8.3
Quota fondo 369.96
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre nel calcare nummulitico, al limite di una zona di rimboschimento ed ha tre imbocchi: due pozzi, palesemente naturali ed una trincea artificiale.
Entrando attraverso la trincea si arriva in un'ampia caverna, occupata nel centro da un cono detritico troppo abbondante e regolare per essere naturale. A sinistra, costeggiando il cumulo detritico, si giunge ai piedi di una rozza scalinata che sale sino alla base del pozzo: qui alcuni alberelli vegetano nella penombra della grotta, la quale è scarsamente concrezionata probabilmente perchè lo spessore della volta è molto sottile.
La cavità è stata adibita a scopi bellici durante le due guerre.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 02-11-1958
Foto
Tipo inquadratura: Interno

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Esterno