Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1928 - Pozzetto a N di Trebiciano

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzetto a N di Trebiciano
Nome principale sloveno
Numero catasto 1928
Numero catasto storico 4648VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5059099,0
Longitudine Gauss-Boaga 2428972,0
Latitudine WGS-84 45° 40' 45,3242" (45,67925673)
Longitudine WGS-84 13° 49' 51,862" (13,83107278)
Latitudine UTM WGS-84 5059076,1
Longitudine UTM WGS-84 408965,8
Quota ingresso 380
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 5.8
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 1.4
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 5.8
Dislivello totale 5.8
Quota fondo 374.2
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Per raggiungere la cavità bisogna salire la strada che conduce al Monte Franco e prendere un sentiero poco battuto che si diparte a destra, circa all'altezza della Grotta presso Trebiciano (41/83VG): l'ingresso del pozzetto si apre al limite di una pineta, nelle strette vicinanze di un muretto a secco, a pochi metri da un piccolo solco.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo ha le pareti molto incise: la vicinanza del piccolo solco esterno fa supporre che possa ancora fungere da inghiottitoio delle acque meteoriche.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 06-02-1971