Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1915 - Pozzo presso Rupingrande

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso Rupingrande
Nome principale sloveno
Numero catasto 1915
Numero catasto storico 4635VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Poligonale
Latitudine Gauss-Boaga 5063901,0
Longitudine Gauss-Boaga 2425091,0
Latitudine WGS-84 45° 43' 19,0128" (45,72194801)
Longitudine WGS-84 13° 46' 49,1244" (13,78031234)
Latitudine UTM WGS-84 5063878,1
Longitudine UTM WGS-84 405085,0
Quota ingresso 297
Data esecuzione posizione 13-09-1998
Affidabilità posizione 1° gruppo riposizionamento regionale su CTR 1:5000 (1999)
Stato ingresso Parzialmente ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 23.7
Autore posizione Benedetti Gianni
Gruppo appartenenza GTS - Gruppo Triestino Speleologi
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 30
Dislivello totale 30
Quota fondo 267
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre ad una cinquantina di metri dal Pozzo presso Rupingrande (1914/4634VG), quasi all'orlo della vasta dolina coltivata a vigneto che si trova ai piedi delle alture di Sagrado di Sgonico.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso del pozzo è stato individuato ed aperto da alcuni ragazzi del vicino paese, su indicazione del proprietario del terreno.
La cavità, formatasi nei calcari arenacei friabili, è interessata da un'intensa attività idrica rappresentata da ruscellamenti lungo le pareti, quasi ovunque corrose e frastagliate; soltanto nell'ultimo vano ed in una grande nicchia sotto l'ingresso si osservano concrezioni di una certa entità.

POSIZIONE PRECEDENTE: IGM 01°19'26"0 - 45°43'12"0 Q.320

IL GTS SEGNALA CHE LA CAVITA' E' OSTRUITA AD 1m DI PROFONDITA'.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 03-12-1970