Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 187 - Grotta presso Rupinpiccolo

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Rupinpiccolo
Nome principale sloveno
Numero catasto 187
Numero catasto storico 22VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5063837,9
Longitudine Gauss-Boaga 2423918,7
Latitudine WGS-84 45° 43' 16,3864" (45,72121845)
Longitudine WGS-84 13° 45' 54,9526" (13,76526461)
Latitudine UTM WGS-84 5063815,0
Longitudine UTM WGS-84 403912,7
Quota ingresso 283
Data esecuzione posizione 06-04-2007
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Sgambati Alessandro
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 18
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 8
Dislivello totale 8
Quota fondo 275
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre a qualche metro da una carrareccia che si diparte dalla strada Rupinpiccolo-Borgo Grotta Gigante e che conduce ad una cava.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso è uno stretto cunicolo che scende rapidamente con piccoli salti formati da pietre incastrate, mentre il vano si allarga progressivamente. La china detritica si esaurisce alla sommità di una gobba calcitica che si supera con l'aiuto di alcune basse stalagmiti, giungendo al fondo sassoso della grotta. Qui la parete sinistra è appena coperta da una grande colata che scende dalla volta con ricchi panneggi. La cavità ha termine in una nicchia dal fondo terroso che si raggiunge risalendo una china concrezionata ed un breve gradino.

POSIZIONE PRECEDENTE: IGM 01°18'48",0 - 45°43'13",0 Q.284
CTR 13°45'59",3 - 45°43'18",5 Q.281
Rilievo Completo - Effettuato in data: 21-09-1963