Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1853 - Pozzo della Crosara

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo della Crosara
Nome principale sloveno
Numero catasto 1853
Numero catasto storico 4592VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Goriziano
Provincia Gorizia
Comune Sagrado
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 088113 - Cippo Corridoni
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5079634,8
Longitudine Gauss-Boaga 2404899,4
Latitudine WGS-84 45° 51' 37,628" (45,86045221)
Longitudine WGS-84 13° 31' 1,8535" (13,51718152)
Latitudine UTM WGS-84 5079612,0
Longitudine UTM WGS-84 384894,0
Quota ingresso 109.5
Data esecuzione posizione 03-01-2013
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Parzialmente ostruito
Dimensione stimata ingresso 0,7m x 0,8m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 4
Autore posizione Colus Andrea
Gruppo appartenenza SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 4.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 11
Dislivello totale 11
Quota fondo 98.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Percorrendo per circa 2Km la strada che dal paese di Debordò si dirige verso Gradisca d'Isonzo, si giunge ad un incrocio conosciuto come "La Crosara".
Partendo da quest'incrocio si prosegue lungo la strada che porta a Marcottini per circa 120m, poi ci si orienta verso Sud e, a 10m dal centro della strada, sul bordo di una dolina si trova l'imbocco del pozzo.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della cavità, allargato con lavori di scavo, dopo 2m si restringe in una strettoia che porta all'imbocco del pozzo. Lungo le pareti vi sono alcune concrezioni rossastre, ed il fondo è costituito da materiale detritico. Nella parete si intravede una fessura che permette a stento il passaggio, ma non dà la possibilità di proseguire in quanto si restringe immediatamente.

NOTA:
al momento del riposizionamento (1992) il pozzo, dall'ingresso di 2m x 1,30m, è profondo circa 3m. All'interno si riesce a notare un piccolo cunicolo in discesa che porta al pozzo interno, che però è parzialmente ostruito da pietrame e rifiuti di vario genere.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-08-1969
Foto
Data dello scatto: 03-01-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Colus Andrea

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Data dello scatto: 03-01-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Colus Andrea

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner