Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1843 - Grotta presso la Grotta Noè

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso la Grotta Noè
Nome principale sloveno
Numero catasto 1843
Numero catasto storico 4582VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110054 - Santa Croce di Trieste
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5066496,0
Longitudine Gauss-Boaga 2419237,9
Latitudine WGS-84 45° 44' 40,1" (45,74447222)
Longitudine WGS-84 13° 42' 16,4833" (13,7045787)
Latitudine UTM WGS-84 5066473,2
Longitudine UTM WGS-84 399232,0
Quota ingresso 184
Data esecuzione posizione 03-05-2008
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.5 x 1.0 mt
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 4
Autore posizione Mikolic Umberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 18
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 13
Dislivello totale 13
Quota fondo 171
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso A poca distanza dalla Grotta Noè (23/90VG), in direzione Est, si trova una vasta dolina allungata sul cui fianco orientale, tra alcune rocce, si apre l'imbocco della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Dopo pochi metri il corridoio è occupato da una grande lama calcarea staccatasi dalla parete, che è scavalcabile con facilità. In origine la grotta si chiudeva con un cunicolo cieco che, reso transitabile con l'asporto della terra che lo ostruiva, sbocca in una cavernetta ovale. In vari punti si possono notare segni dell'antica circolazione idrica e livelli che testimoniano l'asporto dei depositi di riempimento.
Subito dopo l'ingresso, a destra, si sviluppa un basso ma agibile cunicolo di circa 3m alla fine del quale, sotto un balconcino, sempre sulla destra, si trova l'entrata di un nuovo pozzo, aperto con un lavoro di scavo; questo pozzo dopo un'entrata angusta si allarga e scende per 8m portando in una cavernetta dalle pareti argillose.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-11-1983
Foto
Data dello scatto: 08-02-2015

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: ingresso e dintorni
Data dello scatto: 08-02-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: targhetta
Data dello scatto: 08-02-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: ingresso e targhetta