Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1838 - Grotta presso Banne

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Banne
Nome principale sloveno
Numero catasto 1838
Numero catasto storico 4577VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5060268,4
Longitudine Gauss-Boaga 2427696,2
Latitudine WGS-84 45° 41' 22,6" (45,68961111)
Longitudine WGS-84 13° 48' 52,1" (13,81447222)
Latitudine UTM WGS-84 5060245,5
Longitudine UTM WGS-84 407690,1
Quota ingresso 310
Data esecuzione posizione 05-01-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.90 x 0.60m
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Prelli Roberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 45
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 53
Dislivello totale 53
Quota fondo 257
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile No
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'esiguo imbocco della grotta si apre in una minuscola depressione situata presso il tracciato dell'oleodotto, ad una decina di metri dalla 4769 CR
Descrizione dei vani interni della cavità L'esiguo imbocco della grotta si apre in una minuscola depressione situata presso il tracciato dell'oleodotto; la parte iniziale è costituita da un corridoio concrezionato lungo una ventina di metri ed in qualche tratto malagevole che porta ad una successione di pozzi verticali il più profondo dei quali misura 11m A 38m di profondità si apre una camera di 6mq nella quale vi sono evidenti fenomeni di crollo; un corridoio sottostante porta alla massima profondità con un pozzo di 12m il cui fondo è occupato da un banco d'argilla
Rilievo Completo - Effettuato in data: 15-02-1970
Foto
Data dello scatto: 03-05-2015

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Rodari Paola

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 13-11-2014

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Prelli Roberto

Gruppo di appartenenza: CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Data dello scatto: 03-05-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Rodari Paola

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 13-11-2014

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Prelli Roberto

Gruppo di appartenenza: CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Data dello scatto: 03-05-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Rodari Paola

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 03-05-2015

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Rodari Paola

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi