Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1710 - Caverna presso Monrupino

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Caverna presso Monrupino
Nome principale sloveno
Numero catasto 1710
Numero catasto storico 4539VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5062291,0
Longitudine Gauss-Boaga 2427068,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 27,8215" (45,70772819)
Longitudine WGS-84 13° 48' 21,6706" (13,80601962)
Latitudine UTM WGS-84 5062268,1
Longitudine UTM WGS-84 407061,9
Quota ingresso 314
Data esecuzione posizione 10-11-2002
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Malandrino Paolo
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Autore posizione Rupini Luciano
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 45
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 25
Dislivello totale 25
Quota fondo 289
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre a NE della conca di Percedol, nei pressi della linea ferroviaria.
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco della grotta è stato reso accessibile in alcune giornate di lavoro. La grotta è formata da due diramazioni che in parte si sviluppano parallele, con ambienti di una certa vastità; nel ramo destro vi sono accumuli di massi di diverse dimensioni, nel ramo sinistro due strettoie parallele, una sovrapposta all'altra ed entrambe praticabili, portano ad una piccola sala dalla quale un cunicolo conduce ad un breve salto, oltre il quale il suolo si fa argilloso; all'estremità di questo ramo è stato aperto un pozzo che dopo 12m risulta ostruito da pietrame caduto nel corso dei lavori per allargarne l'ingresso.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 18-05-1969