Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1672 - Spelonca della capra

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Spelonca della capra
Nome principale sloveno
Numero catasto 1672
Numero catasto storico 659FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 01-01-1968
Scopritore Stocker - Ugo
Gruppo scopritore SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Aviano
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 064073 - Piancavallo
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5110506,1
Longitudine Gauss-Boaga 2329778,6
Latitudine WGS-84 46° 7' 17,0743" (46,12140954)
Longitudine WGS-84 12° 32' 16,5088" (12,53791911)
Latitudine UTM WGS-84 5110484,0
Longitudine UTM WGS-84 309775,0
Quota ingresso 1355
Data esecuzione posizione 21-05-2011
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 20 x 5 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 6
Autore posizione Cester Franco
Gruppo appartenenza USP - Unione Speleologica Pordenonese
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 88
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 20
Dislivello totale 20
Quota fondo 1335
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L’ampio ingresso della grotta si apre 2 metri a valle della strada forestale che dall’abitato di Piancavallo sale verso il monte Castellat. Alcuni chilometri più avanti la strada viene indicata come sentiero C.A.I. 971. Due cartelli stradali di pericolo, posti sulla strada in prossimità dell’ingresso rendono estremamente facile la sua identificazione.
Descrizione dei vani interni della cavità Due ampi pozzi danno accesso a questa cavità, uno dei più vistosi fenomeni carsici sotterranei della zona. Al fondo dei pozzi una ripida china detritica porta in un'ampia sala, dal fondo occupato da massi di crollo di grandi dimensioni, dalla quale si dipartono tre diramazioni. Nei punti di maggior stillicidio crescono esili stalattiti di ghiaccio.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 06-08-1968
Foto
Data dello scatto: 20-07-2009

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Bosco Fabrizio

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Data dello scatto: 20-07-2009

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Bosco Fabrizio

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Data dello scatto: 21-05-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Cester Franco

Gruppo di appartenenza: USP - Unione Speleologica Pordenonese

Data dello scatto: 21-05-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Cester Franco

Gruppo di appartenenza: USP - Unione Speleologica Pordenonese