Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 167 - Fornat di Meduno

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Fornat di Meduno
Nome principale sloveno
Numero catasto 167
Numero catasto storico 123FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Meduno
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 048143 - Meduno
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5121342,6
Longitudine Gauss-Boaga 2348375,8
Latitudine WGS-84 46° 13' 25,6465" (46,2237907)
Longitudine WGS-84 12° 46' 28,1891" (12,77449697)
Latitudine UTM WGS-84 5121320,0
Longitudine UTM WGS-84 328372,0
Quota ingresso 360
Data esecuzione posizione 07-05-2011
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 10m x 8m
Tipo ingresso Caverna
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Cester Franco
Gruppo appartenenza USP - Unione Speleologica Pordenonese
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 202
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 21.5
Dislivello negativo
Dislivello totale 21.5
Quota fondo 360
Vincolo paesaggistico Non definito
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre nella valletta del Rugo dei Molini, sul lato destro della strada che da Meduno conduce a Tramonti, circa 353m sul mare, al contatto tra la scaglia rossa ed una breccia quaternaria a grossi elementi, che la riveste in guisa di grande costone.
L'ingresso si presenta come una larga nicchia sul cui fondo ci sono le aperture di due stretti cunicoli; da quello più basso, per il quale si entra, esce un piccolo ruscello. Lungo una cinquantina di metri il canale è basso e scavato nella breccia, poi sbocca in una saletta lunga 22m e larga 10m, il cui fondo è di scaglia rossa, mentre le pareti e la volta sono di calcare brecciato. Da un'apertura nella volta, verso Sud, sgorga l'acqua del ruscello e, una volta raggiuntala, si può seguire ancora il corso del ruscello per un'ottantina di metri, in un corridoio basso e angusto che alla fine diventa impenetrabile.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 26-11-1982
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Castelrotto Ivan

Gruppo di appartenenza: USP - Unione Speleologica Pordenonese

Data dello scatto: 07-05-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Castelrotto Ivan

Gruppo di appartenenza: USP - Unione Speleologica Pordenonese