Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1539 - Pozzetto presso la Grotta del Cibic

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzetto presso la Grotta del Cibic
Nome principale sloveno
Numero catasto 1539
Numero catasto storico 4435VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110052 - Prosecco
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5062845,4
Longitudine Gauss-Boaga 2422248,7
Latitudine WGS-84 45° 42' 43,3932" (45,71205367)
Longitudine WGS-84 13° 44' 38,4371" (13,74401031)
Latitudine UTM WGS-84 5062822,6
Longitudine UTM WGS-84 402242,7
Quota ingresso 240
Data esecuzione posizione 11-08-1999
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,7m x 0,7m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 9.2
Autore posizione Sgambati Alessandro
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 20
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 36
Dislivello totale 36
Quota fondo 204
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso strettissimo del pozzo si apre a pochi metri dalla dolina nella quale sprofonda il salto iniziale della Grotta del Cibic (44/1VG).
Descrizione dei vani interni della cavità Nel 1967 le prime esplorazioni condussero ad un fessura impraticabile dalla quale usciva una sensibile corrente d'aria. Data la situazione della cavità, venne considerata la possibilità che essa fosse in relazione con i vani della vicina Grotta del Cibic (44/1VG), ma nel gennaio 1979 alcuni esperimenti con dei fumogeni permisero di stabilire che questa relazione non c'era.
Dopo la disostruzione del pozzetto e di una strettissima fenditura sottostante, è stata raggiunta una stanza nella quale si apre un pozzetto in fessura, originariamente ingombro di lame incastrate, il quale conduce ad una fenditura strettissima, anch'essa disostruita.
Tre pozzi, in parte corrosi/erosi in parte concrezionati, portano alla profondità di 36m dove, da una frattura di 5m-6m, strettissima, esce un notevole flusso d'aria.
Secondo l'autorevole parere del prof. Polli, il quale effettuò all'imbocco alcune misurazioni anemometriche e psicrometriche nel mese di gennaio, il regime e la temperatura della corrente uscente autorizzano l'ipotesi che la grotta si spinga a considerevole profondità.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 01-12-1979
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Data dello scatto: 01-06-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Premiani Furio

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Data dello scatto: 01-06-2013

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Premiani Furio

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: panoramica ingresso
Data dello scatto: 01-06-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Premiani Furio

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto