Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1504 - Grotta a NE di Baita

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a NE di Baita
Nome principale sloveno
Numero catasto 1504
Numero catasto storico 4399VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5066695,0
Longitudine Gauss-Boaga 2420740,0
Latitudine WGS-84 45° 44' 47,3267" (45,74647963)
Longitudine WGS-84 13° 43' 25,8357" (13,72384325)
Latitudine UTM WGS-84 5066672,1
Longitudine UTM WGS-84 400734,1
Quota ingresso 245
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso Sotto tracciato oleodotto
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 11
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 10
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 15.3
Dislivello totale 15.3
Quota fondo 229.7
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta è stata aperta durante i lavori di scavo dell'oleodotto e attualmente è ostruita.
Subito sotto il pozzo d'accesso si diparte una diramazione in salita, a guisa di camino inclinato; il fondo del pozzo è pianeggiante e ricoperto da detriti e a breve altezza dal suolo si diparte uno stretto cunicolo, lungo un paio di metri, dalla cui volta pendono innumerevoli stalattiti che rendono difficoltoso il passaggio. Oltre il cunicolo si trova una stretta stanza lunga 4m, il cui suolo è costituito da una china detritica mobile nella quale sono state trovate delle ossa, probabilmente appartenenti a ruminanti. La grotta prosegue con un pozzo di 4m che termina in una piccola stanza anch'essa dal suolo detritico, la quale era in comunicazione col pozzo principale tramite uno stretto camino, ostruito dal pietrame precipitato con i lavori di scavo per l'oleodotto.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 05-03-1966