Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1483 - Pozzo della Vipera

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo della Vipera
Nome principale sloveno
Numero catasto 1483
Numero catasto storico 4268VG
Numero totale ingressi 2

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Goriziano
Provincia Gorizia
Comune Savogna d'Isonzo
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 088111 - San Michele del Carso
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5081493,9
Longitudine Gauss-Boaga 2409173,5
Latitudine WGS-84 45° 52' 40,3686" (45,87788016)
Longitudine WGS-84 13° 34' 18,4584" (13,571794)
Latitudine UTM WGS-84 5081471,0
Longitudine UTM WGS-84 389168,0
Quota ingresso 185
Data esecuzione posizione 11-06-2011
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,7m x 0,5m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 34.8
Autore posizione Milanese Luigi
Gruppo appartenenza GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 75
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 35.2
Dislivello totale 35.2
Quota fondo 149.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal monumento nella località Cotici Inferiore a S.Michele del Carso si prende la strada che attraversa il paese verso Est e la si deve seguire per circa 550m giungendo alla borgata di S.Michele chiamata Devetaki. Da qui si segue la carrareccia verso Sud-Est per circa 480m dove all'incrocio si deve svoltare a Est. Si deve seguire questa carrareccia per circa 350m per poi lasciarla proseguendo verso Sud-Est per circa 50m. Arrivati su un piano, tra due doline si notano due botole montate su opere in muratura, le quali coprono i due ingressi della grotta.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre con due ingressi che sono le due sommit dei pozzi paralleli, collegati tra loro alla profondità di 20m con una galleria di 15; allo stesso livello partono anche i due rami della grotta. Dal pozzo vecchio parte verso Ovest una galleria di 30m di sviluppo, mentre dal pozzo nuovo parte dopo una strettoia di 3m in risalita la galleria Est con uno sviluppo di 15m. Fino al livello dei rami la grotta si presenta, specialmente le due gallerie, piena di stalattiti e colate stalagmitiche; i fondi dei due pozzi principali sono ricoperti da massi detritici.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 07-01-1990
Foto
Data dello scatto: 11-06-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Milanese Luigi

Gruppo di appartenenza: GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli

Descrizione inquadratura: ingresso principale
Data dello scatto: 11-06-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Milanese Luigi

Gruppo di appartenenza: GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli

Descrizione inquadratura: targhetta ingresso principale
Data dello scatto: 11-06-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Milanese Luigi

Gruppo di appartenenza: GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli

Descrizione inquadratura: ingresso secondario
Data dello scatto: 11-06-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Milanese Luigi

Gruppo di appartenenza: GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli

Descrizione inquadratura: targhetta ingresso secondario
Data dello scatto: 11-06-2011

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Milanese Luigi

Gruppo di appartenenza: GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli

Descrizione inquadratura: cippo che segnala l'itinerario per raggiungere gli ingressi