Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 147 - Grotta delle Radici

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta delle Radici
Nome principale sloveno
Numero catasto 147
Numero catasto storico 256VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110054 - Santa Croce di Trieste
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5066930,8
Longitudine Gauss-Boaga 2419203,9
Latitudine WGS-84 45° 44' 54,167" (45,74837971)
Longitudine WGS-84 13° 42' 14,5841" (13,70405114)
Latitudine UTM WGS-84 5066908,0
Longitudine UTM WGS-84 399198,0
Quota ingresso 208
Data esecuzione posizione 12-04-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 3.00 x 1.60 m
Tipo ingresso Cavernetta
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Perini Luciano
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 43
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 2.4
Dislivello totale 2.4
Quota fondo 205.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della grotta si apre in una bassa parete rocciosa ed è situato al margine di una dolina che fa parte di un esteso allineamento, ad un centinaio di metri dalla Grotta Moser (476/1096VG).
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso è caratterizzato dalla presenza di un grande masso La cavità ha inizio con una galleria quasi pianeggiante. nella quale si incontrano vari gruppi di colonne e tozze stalagmiti; la grotta si chiude con una frana terrosa nella quale si notano delle grosse radici che penetrano nella caverna anche da altri punti della volta ed attraverso le stesse stalattiti; da questo fatto deriva il nome di Grotta delle Radici. attribuitole ancora nel secolo scorso
Un grande scavo si trova presso l'imbocco ed altri assaggi sono stati effettuati un po' dovunque. ma non si hanno notizie sui reperti archeologici indubbiamente rinvenuti in grande quantità da cercatori clandestini

NOTA: segnalata presenza di rifiuti
Rilievo Completo - Effettuato in data: 17-10-1967
Foto
Data dello scatto: 12-04-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: targhetta
Data dello scatto: 12-04-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: ingresso e targhetta
Data dello scatto: 12-04-2015

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: ingresso e dintorni