Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1425 - Grotta 2° a S di Puller

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 2° a S di Puller
Nome principale sloveno
Numero catasto 1425
Numero catasto storico 569FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067061 - San Pietro al Natisone
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5110434,0
Longitudine Gauss-Boaga 2401430,0
Latitudine WGS-84 46° 8' 13,069" (46,13696361)
Longitudine WGS-84 13° 27' 53,5155" (13,46486541)
Latitudine UTM WGS-84 5110410,7
Longitudine UTM WGS-84 381425,2
Quota ingresso 593
Data esecuzione posizione 10-04-2007
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 10
Autore posizione Mikolic Umberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 75
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 35
Dislivello totale 35
Quota fondo 558
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità Il salto iniziale di 10m porta in un vano di discreta ampiezza e dal fondo occupato da una china detritica che finisce sull'orlo del secondo pozzo, il quale continua ancora per un tratto nel pozzo stesso, profondo 15m e interrotto a metà da un ripiano; alla base vi è un vano adorno di concrezioni dal quale un passaggio reso angusto da massi franati conduce ad una galleria bassa e fangosa nella quale scorre un rigagnolo d'acqua. Oltre alcune strettoie, allargate nel corso dell'esplorazione, si allarga la sala terminale, sviluppatasi lungo una frattura e ingentilita da belle concrezioni.

AGGIORNAMENTO DI U.MIKOLIC DEL 10/04/2007ACCESSO:Da Puller si scende lungo una carrareccia fino ad una conca prativa. Si prosegue per la carrareccia mantenendosi in quota sul versante Eest del Monte Mladesena. Quando la carrareccia inizia a scendere in una valletta verso SE, si continua in quota per una cinquantina di metri lungo un prato e si giunge ad una cresta. Occorre oltrepassarla e scendere per una trentina di metri in terreno boscoso e con arbusti spinosi. L'ingresso, di circa 50 centimetri di diametro, si pre in un terreno in pendenza sotto un albero.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 25-04-1965