Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1367 - Baratro presso Bristie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Baratro presso Bristie
Nome principale sloveno
Numero catasto 1367
Numero catasto storico 4309VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110012 - Samatorza
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5067029,0
Longitudine Gauss-Boaga 2419752,0
Latitudine WGS-84 45° 44' 57,6335" (45,74934265)
Longitudine WGS-84 13° 42' 39,8733" (13,71107591)
Latitudine UTM WGS-84 5067006,2
Longitudine UTM WGS-84 399746,1
Quota ingresso 237
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso Parzialmente ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 7
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 4.6
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 7
Dislivello totale 7
Quota fondo 230
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Questo modesto baratro si apre nei pressi della Grotta della Campana (1056/3927VG) la quale è rintracciabile seguendo i seguenti riferimenti: a SE della collina presso la Grotta Azzurra (34/257VG) vi è un'altura meno rilevata e più piatta, culminante nella quota 251, i cui fianchi sono rivestiti da vasti e tormentati da macereti che digradano lentamente verso l'abitato di Bristie; in una depressione presso uno di questi campi solcati si apre l'ingresso della Grotta della Campana.
Descrizione dei vani interni della cavità Il lato NE del baratro è roccioso e le pareti qui sono compatte e levigate; dal lato NW scende una colata calcitica, alla base della quale un tempo si apriva un pertugio che dava accesso ad un breve pozzo che però, a causa di un disboscamento effettuato nella zona, è stato ostruito con pietrame e ramaglie.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 03-10-1964