Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1320 - Grotta Alambra

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Alambra
Nome principale sloveno
Numero catasto 1320
Numero catasto storico 554FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Travesio
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 048153 - Toppo
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5120587,0
Longitudine Gauss-Boaga 2354751,0
Latitudine WGS-84 46° 13' 6,8622" (46,21857282)
Longitudine WGS-84 12° 51' 26,527" (12,85736862)
Latitudine UTM WGS-84 5120564,3
Longitudine UTM WGS-84 334747,2
Quota ingresso 772
Data esecuzione posizione 15-07-2009
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 9
Autore posizione Bottoli Costantino
Gruppo appartenenza GS SACILE - Gruppo Speleologico Sacile
Autore posizione Gattel Alberto
Gruppo appartenenza GS SACILE - Gruppo Speleologico Sacile
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 32
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 11
Dislivello totale 11
Quota fondo 761
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre sul versante SE del Monte Ciaurlec, 110m in direzione E-SE dal Foos del Balancet (303/202FR), il quale si trova su un costone erboso, circa 200m a SE della Casera de Zorzi.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità, aperta accidentalmente dallo scoppio di una granata durante un'esercitazione militare, nel 1963 fu parzialmente esplorata dal CAI di Cividale e fu chiamata "Alambra" per le belle concrezioni rossastre simili ad arabeschi che ne adornavano le pareti.
L'ingresso è una fessura di 1,5m x 0,4m ed è impostato su una frattura lungo la quale si è sviluppata la cavità; il fondo è ricoperto da pietrisco e da enormi blocchi di roccia crollati, ricoperti da minute concrezioni a forma di fungo. In direzione NW, tra massi concrezionati e stalattiti scintillanti, un'apertura impenetrabile pone termine alla galleria, la quale dal lato opposto è invece chiusa da una parete stalattitica.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 26-01-1964
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Bottoli Costantino

Gruppo di appartenenza: GS SACILE - Gruppo Speleologico Sacile