Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1314 - Abisso Marinelli

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso Marinelli
Nome principale sloveno
Numero catasto 1314
Numero catasto storico 550FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Carniche
Provincia Udine
Comune Paluzza
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 031031 - Rifugio Marinelli
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5162769,0
Longitudine Gauss-Boaga 2359220,0
Latitudine WGS-84 46° 35' 56,4324" (46,599009)
Longitudine WGS-84 12° 54' 2,7738" (12,90077049)
Latitudine UTM WGS-84 5162745,5
Longitudine UTM WGS-84 339216,7
Quota ingresso 2080
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 39
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 40
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 145
Dislivello totale 145
Quota fondo 1935
Vincolo paesaggistico Non definito
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità L'abisso è un'unica fessura con inclinazione variabile tra la verticale ed i 50°, nella quale vi è una successione di ripiani, formati in gran parte da materiale di crollo, il maggiore dei quali, alla profondità di 40m, ostruisce quasi completamente il passaggio, il quale può avvenire, non senza difficoltà, attraverso stretti pertugi tra i massi.
Priva di concrezioni, la cavità è interessata da stillicidio per tutta la sua lunghezza e, verso il fondo, la parete adagiata è percorsa da un velo ben marcato d'acqua che l'ha molto lavorata, segnandola con solchi anche profondi, mentre l'opposta è quasi sempre liscia e regolare. La sezione è sempre allungata, con una dimensione trasversale molto ridotta che raramente supera i due metri, mantenendosi di norma attorno al metro.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-09-1970