Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1307 - Grotta presso il Pilone 107

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso il Pilone 107
Nome principale sloveno
Numero catasto 1307
Numero catasto storico 4258VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5065633,0
Longitudine Gauss-Boaga 2421545,0
Latitudine WGS-84 45° 44' 13,338" (45,73703832)
Longitudine WGS-84 13° 44' 3,8591" (13,7344053)
Latitudine UTM WGS-84 5065610,1
Longitudine UTM WGS-84 401539,1
Quota ingresso 264
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 25
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 24
Dislivello totale 24
Quota fondo 240
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'attuale linea elettrica non è più quella esistente nel 1963 e infatti nel 1982 il segno del vecchio pilone N.107 è stato trovato 30m a SE della grotta; essa si apre a ridosso di una masiera che circonda una dolinetta nella quale vegetano alcuni ginepri; pochi metri a Sud c'è un pino vecchio ed un pino giovane sta crescendo all'orlo dell'imbocco, il quale nel 1982 è stato trovato ostruito da grosse pietre non facilmente asportabili.
Descrizione dei vani interni della cavità All'epoca della scoperta, a circa 3m di profondità, è stata aperta artificialmente una fessura impraticabile, rendendo così accessibile il secondo pozzo, comunque molto stretto, e quindi la caverna sottostante.
La grotta è molto bella per il ricco e vario concrezionamento delle pareti e della volta della caverna.
Nei pressi della frana che chiude la grotta da un lato c'è un breve cunicolo, in fondo al quale si apre un pozzetto la cui profondità stimata è di 4-5m.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 24-12-1963