Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1296 - Grotta presso la 290 VG

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso la 290 VG
Nome principale sloveno
Numero catasto 1296
Numero catasto storico 4239VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5060876,0
Longitudine Gauss-Boaga 2427787,0
Latitudine WGS-84 45° 41' 42,3277" (45,69509102)
Longitudine WGS-84 13° 48' 55,8833" (13,81552314)
Latitudine UTM WGS-84 5060853,1
Longitudine UTM WGS-84 407780,9
Quota ingresso 315
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2.3
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 12
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 12.5
Dislivello totale 12.5
Quota fondo 302.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si trova a breve distanza dalla Grotta Sercetova (222/290VG), circa 120m a destra, provenendo da Fernetti, rispetto alla Strada Statale N.58 (Opicina-Fernetti), un centinaio di metri oltre il casello dell'A.N.A.S..
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso circolare, del diametro inferiore al metro, immette in un breve pozzo d'accesso, in fondo al quale c'è un piccolo vano (punto 2 nel rilievo). Verso Sud scende un breve cunicolo che poi risale per un metro e termina chiuso da concrezioni.
Verso Nord, oltrepassato un basso passaggio, si sviluppa una breve galleria in leggera discesa, che si restringe fortemente verso la fine assumendo un profilo a fessura e quindi si immette in un pozzo di 4,5m; il fondo di questo breve pozzo è completamente ricoperto da concrezioni coralloidi spugnose, mentre mancano i detriti. Dal fondo si diparte un angusto cunicolo in forte discesa, le cui pareti sono ricoperte da concrezioni appuntite, che porta in un vano (punti 4-5), scavato in seno a una frattura, il cui fondo è costituito da grossi blocchi di origine clastica pericolosamente mobili, 2m sotto i quali vi è un ammasso clastico più caotico e più stabile, che impedisce però ogni ulteriore esplorazione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-11-1963
Foto
Data dello scatto: 13-11-2014

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Prelli Roberto

Gruppo di appartenenza: CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan