Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1263 - Pozzo a NW di Gabrovizza

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo a NW di Gabrovizza
Nome principale sloveno
Numero catasto 1263
Numero catasto storico 4197VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5065075,0
Longitudine Gauss-Boaga 2420235,0
Latitudine WGS-84 45° 43' 54,5869" (45,73182969)
Longitudine WGS-84 13° 43' 3,6703" (13,71768619)
Latitudine UTM WGS-84 5065052,2
Longitudine UTM WGS-84 400229,1
Quota ingresso 213
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione 1° gruppo riposizionamento regionale su CTR 1:5000 (1999)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 21
Autore posizione Premiani Furio
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 20
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 23
Dislivello totale 23
Quota fondo 190
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre al margine di una zona cespugliosa a poca distanza dall'Abisso dei Cristalli (781/3960VG).
Descrizione dei vani interni della cavità Dopo un primo gradino subito sotto l'imboccatura, il pozzo mantiene per circa sette metri una larghezza pressochè costante di 1m x 0,8m fino ad un piccolo ripiano inclinato, formato da un masso incuneato tra le pareti; da qui le pareti si allontanano tra di loro, soprattutto lungo l'asse SE-NW del pozzo, che viene così a raggiungere una larghezza di 3,50m x 1m circa.
Alla profondità di 16,5m c'è un comodo ripiano largo quanto il pozzo e lungo quasi 2m; sulla parete Nord, 2m sopra il ripiano, si apre un cunicolo leggermente ascendente che termina con un pozzetto profondo 3m, sulle cui pareti si notano diverse lame di roccia. Sulla parete opposta a questo cunicolo, ed alla sua stessa altezza, una fessura parallela all'asse maggiore del pozzo s'innalza allargandosi per parecchi metri ed in un suo angolo si apre un angusto pozzetto, profondo circa 3,5m; nel mezzo invece, uno stretto passaggio porta in una minuscola saletta, alta nel punto massimo 5m, larga 4m x 4m e abbellita da stalattiti e concrezioni scintillanti. Sulla parete di fronte al ripiano, 2m sopra questo, la risalita di un breve scivolo conduce nella saletta terminale; il suolo è ingombro di detriti e di argilla, le pareti portano i segni di una marcata corrosione e un camino s'innalza per alcuni metri; un basso passaggio nella parete sinistra porta alla base di un basso camino riccamente concrezionato.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 20-06-1963