Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1229 - Cavernetta ad ENE di Borgo Grotta Gigante

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Cavernetta ad ENE di Borgo Grotta Gigante
Nome principale sloveno
Numero catasto 1229
Numero catasto storico 4201VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5062522,0
Longitudine Gauss-Boaga 2425108,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 34,3486" (45,70954127)
Longitudine WGS-84 13° 46' 50,8813" (13,78080037)
Latitudine UTM WGS-84 5062499,1
Longitudine UTM WGS-84 405102,0
Quota ingresso 291
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 13
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 3
Dislivello totale 3
Quota fondo 288
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Per raggiungere la cavità si segue la strada che da Borgo Grotta Gigante porta a Rupingrande, fino al punto in cui essa confluisce la strada di Rupinpiccolo e si procede quindi lungo una carrareccia che si diparte dal lato opposto della strada; giunti ad un bivio si segue la diramazione di sinistra e ad un certo punto sulla destra si diparte un ben marcato sentiero che si dirige verso SE: lo si deve seguire fino alla curva prossima ad una dolina, nella quale si aprono la Grotta a NE di Borgo Grotta Gigante (409/1724VG) e la Grotta presso la 1724 VG (1186/4086VG), facilmente riconoscibile per il notevole cumulo di pietre, estratto dalla 1186/4086VG, giacente nei suoi pressi. La cavernetta si apre a poche decine di metri dalla parte opposta del sentiero, in una piccola depressione occupata da grossi arbusti.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è quasi completamente occupata da un notevole riempimento di terra e pietrame; a destra dell'entrata la volta si abbassa e lascia libero uno scomodo passaggio su di un piccolo cumulo detritico; nella volta, in corrispondenza con la sommità del cumulo, si apre un foro ellissoidale ed il dislivello, dal cumulo all'orlo del foro sul piano di campagna, è di appena 1,5m; da questa parte la cavità termina con un cunicolo lungo 3m.
Dalla parte opposta un angusto passaggio porta in un cunicolo lungo 2m che, tramite uno stretto foro, comunica con un piccolo vano sottostante, l'unico della cavità leggermente concrezionato.
Nella grotta, oggi distrutta, uno scavo archeologico profondo circa un metro, a sinistra dell'entrata, ha fatto rinvenire pochi cocci molto deteriorati e di datazione incerta che forse potrebbero appartenere alla cultura dei castellieri.

NOTA SULLA POSIZIONE DEL 19/08/2006:
durante la campagna di riposizionamento 2006 è stato verificato che si trova nella ex polveriera e probabilmente è stata ostruita
Rilievo Completo - Effettuato in data: 11-04-1963