Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1218 - Grotta presso le Risorgenti del Timavo

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso le Risorgenti del Timavo
Nome principale sloveno
Numero catasto 1218
Numero catasto storico 4154VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109044 - San Giovanni al Timavo
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5071422,7
Longitudine Gauss-Boaga 2410840,8
Latitudine WGS-84 45° 47' 15,1004" (45,78752788)
Longitudine WGS-84 13° 35' 43,9903" (13,59555287)
Latitudine UTM WGS-84 5071399,9
Longitudine UTM WGS-84 390835,2
Quota ingresso 36
Data esecuzione posizione 09-04-2009
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,6m x 1m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 22.5
Autore posizione Sgambati Alessandro
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 55
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 32.5
Dislivello totale 32.5
Quota fondo 3.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Ad oriente del solco nel quale si aprono il Pozzo presso San Giovanni di Duino (214/226VG) ed il Pozzo dei Colombi di Duino (215/227VG), molto noti in relazione agli studi sul Timavo sotterraneo, tra le linea ferroviaria e la Strada Statale N.202, si estende un terreno incolto in lieve declivio, sul quale l'affioramento di compatti banchi calcarei forma una successione di brevi ripiani. All'estremità di uno di questi si apre, nella viva roccia, lo stretto imbocco della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Scoperta appena nel 1960 questa grotta riveste un notevole interesse per lo studio del corso ipogeo del Timavo e dell'acqua di base.
Il pozzo, dapprima un'esigua fenditura, sbocca nella parte mediana di una galleria leggermente inclinata, nella quale le pur abbondanti concrezioni non hanno ancora dissimulato le marcate forme di corrosione presenti su pareti e volte che rivelano l'origine della cavità. In occasione di piene eccezionali del Timavo il livello dell'acqua nei pozzi sopra citati si eleva considerevolmente, superando la quota di 9m sul livello del mare, quota alla quale giunge la parte terminale della grotta. Pur tuttavia in essa non si nota alcun segno sia pur minimo di allagamenti, per cui è probabile che i depositi di riempimento che vi si sono accumulati abbiano ostruito l'eventuale via che raggiungeva più bassi livelli.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 25-01-2004
Foto
Data dello scatto: 08-05-2015

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Non specificato

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Descrizione inquadratura: Disaceica eternit
Data dello scatto: 08-05-2015

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Non specificato

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Descrizione inquadratura: discarica eternit
Data dello scatto: 31-03-2012

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Lanza Luca

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 31-03-2012

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Lanza Luca

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar