Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1214 - Grotta presso la Stazione di Aurisina

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso la Stazione di Aurisina
Nome principale sloveno
Numero catasto 1214
Numero catasto storico 4132VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110013 - San Pelagio
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5067574,0
Longitudine Gauss-Boaga 2417967,0
Latitudine WGS-84 45° 45' 14,3488" (45,75398578)
Longitudine WGS-84 13° 41' 16,8666" (13,68801849)
Latitudine UTM WGS-84 5067551,2
Longitudine UTM WGS-84 397961,2
Quota ingresso 170
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 4
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 3
Dislivello totale 3
Quota fondo 167
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La gotta si apre sul lato Nord del III binario della Stazione Ferroviaria di Aurisina, di fronte al ristorante.
Descrizione dei vani interni della cavità Inizialmente il pozzo misura 50cm x 30cm ed alla sua base una china detritica dell'altezza di circa 1m pota dopo 4m circa al punto più profondo dove una strettoia di circa 20cm x20cm preclude momentaneamente la possibilità di proseguire nella esplorazione.
L'ingresso di questa piccola cavità si aperse in seguito al cedimento del terreno causato dal passaggio dei convogli ferroviari ed a suo tempo era stato chiuso con pietre e malta; all'interno della grotta una volta in pietre a secco sorregge il soprastante binario ferroviario.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 02-03-1963