Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1200 - Grotta del Torrente

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta del Torrente
Nome principale sloveno
Numero catasto 1200
Numero catasto storico 546FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Cividale del Friuli
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067063 - Sanguarzo
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5108434,0
Longitudine Gauss-Boaga 2400068,0
Latitudine WGS-84 46° 7' 7,4364" (46,11873232)
Longitudine WGS-84 13° 26' 51,8793" (13,44774424)
Latitudine UTM WGS-84 5108410,8
Longitudine UTM WGS-84 380063,1
Quota ingresso 240
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 6
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 20
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10
Dislivello totale 10
Quota fondo 230
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Procedendo lungo la mulattiera che sale la vallata del Torrente Guspergo sulla destra, circa 30m prima di giungere al secondo tornante, si scende per una ventina di metri in un solco dove vegetano molti rovi, tra i quali si distingue un unico albero di una certa grandezza, presso il quale si apre la cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso ha le pareti costituite da grossi massi, tra i quali si è insinuato abbondante terriccio, e porta in una cavernetta, formata da grossi blocchi di arenaria incastrati tra loro e lunga 5m circa, sul cui fondo scorre un ruscello che sgorga da fessure impenetrabili e poi continua, dopo una cascata di 2,5m, in una seconda saletta, che si apre invece nella brecciola calcarea ed è più piccola della prima, la quale termina con un basso cunicolo percorso ancora dal ruscello; sulle pareti si notano bizzarre concrezioni.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 02-02-1963