Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1182 - Cavernetta del Crollo

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Cavernetta del Crollo
Nome principale sloveno
Numero catasto 1182
Numero catasto storico 4170VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5060936,0
Longitudine Gauss-Boaga 2427738,0
Latitudine WGS-84 45° 41' 44,2479" (45,69562443)
Longitudine WGS-84 13° 48' 53,5771" (13,81488253)
Latitudine UTM WGS-84 5060913,1
Longitudine UTM WGS-84 407731,9
Quota ingresso 313
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 20
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 16.5
Dislivello totale 16.5
Quota fondo 296.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre al fondo di una piccola dolina di crollo dalle pareti scoscese tramite un passaggio reso angusto da un masso incastrato ed è formata da una cavernetta orientata NNE-SSW, priva di manto concrezionale e con il soffitto costituito da massi incastrati che coprono un foro comunicante con la superficie esterna; al centro della cavernetta, sotto la parete Ovest, uno stretto passaggio conduce al pozzo interno, nel quale le pareti sono concrezionate e asciutte e il suolo è formato da materiale clastico di dimensioni non rilevanti.
Vicino alla dolina si apre un pozzo, ostruito a 3m di profondità, che potrebbe forse essere in comunicazione con questa cavità.
Sulla parete opposta della dolina si apre un cunicolo lungo 3m, che sembra proseguire ancora dopo una curva a destra.
La grotta fu certamente esplorata già nel 1933, in quanto al fondo è stata trovata la scritta "PANGERC CONCIANC G.E.V. 9/4/1933" e probabilmente fu anche rilevata perchè sono state trovate tracce di capisaldi in minio, ma all'epoca non venne inserita nel Catasto della Venezia Giulia.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 04-04-1982