Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 118 - Pozzo presso Monrupino

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso Monrupino
Nome principale sloveno
Numero catasto 118
Numero catasto storico 103VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5062028,6
Longitudine Gauss-Boaga 2427299,5
Latitudine WGS-84 45° 42' 19,4332" (45,70539812)
Longitudine WGS-84 13° 48' 32,5552" (13,80904311)
Latitudine UTM WGS-84 5062005,7
Longitudine UTM WGS-84 407293,4
Quota ingresso 320
Data esecuzione posizione 31-08-2005
Affidabilità posizione 4° gruppo riposizionamento regionale GPS (2005)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 12
Autore posizione Martinuzzi Susanna
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 41
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 16.5
Dislivello totale 16.5
Quota fondo 303.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si percorre il sentiero 43, si esce dal bosco il cui limite segna il confine tra i comuni di Trieste e Monrupino e si costeggia sulla destra la dolina dove si apre l'Abisso Mauro Colognatti ( 3914 VG ). Poco più avanti si passa all'altezza di una vasta dolina e subito si incontra un muretto che incrocia ortogonalmente il sentiero permettendo comunque, grazie ad un piccolo varco, il proseguimento. Poi si abbandona il sentiero 43 per seguire verso Ovest il muretto, che subito scende in una dolina per risalire dal lato Ovest. Si arriva ad un primo varco, attraverso il quale passa un'esile traccia che va dal campo solcato dell'Abisso Colognatti al sentiero 43, quindi ad un secondo, anche questo con traccia di sentiero, e, poco più avanti, all'orlo di una vasta e dirupata dolina. A poche decine di metri dal bordo settentrionale di questa si trova l'ingresso del Pozzo presso Monrupino.
Descrizione dei vani interni della cavità Il Pozzo ha le pareti che vanno allargandosi rapidamente e che sono caratterizzate da bruschi rigetti costituiti dalle banconature calcaree, e dopo una comoda discesa si giunge alla sommità di un ripido cono detritico ricco di humus e guano. Una breve china di sfasciumi scende verso Nord in una caverna trasversale, all'estremità della quale vi sono due nicchie complesse e concrezionate. Dalla parte opposta del cono il pendio è alquanto più ripido e termina in un vano senza importanza; qui, a ridosso della parete Est, vi è una stretta apertura che immette in una cavernetta disadorna e con essa si raggiunge il punto più profondo della cavità.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-03-1965
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso