Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1162 - Grotta a N di S. Croce

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a N di S. Croce
Nome principale sloveno
Numero catasto 1162
Numero catasto storico 4114VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110054 - Santa Croce di Trieste
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5066120,0
Longitudine Gauss-Boaga 2418292,0
Latitudine WGS-84 45° 44' 27,4207" (45,74095019)
Longitudine WGS-84 13° 41' 33,0047" (13,6925013)
Latitudine UTM WGS-84 5066097,2
Longitudine UTM WGS-84 398286,1
Quota ingresso 176
Data esecuzione posizione 31-08-2000
Affidabilità posizione 2° gruppo riposizionamento regionale GPS (2000)
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso 0,6m x 0,6
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 14
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 27.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 24
Dislivello totale 24
Quota fondo 152
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso della cavità si apre con un'imboccatura molto stretta a poca distanza dal traliccio di una linea elettrica e si allarga a campana dopo un metro, conducendo in breve ad una caverna concrezionata dove, tra alcuni massi, si apre un pozzo cieco di 9m. Al di là dell'imbocco di tale pozzo la cavità continua con una stretta galleria, chiusa da un'alta colata calcitica.
Nel 1979 alcuni speleologi del REST individuarono alla base del pozzo d'accesso un camino ostruito da breccia che conteneva delle ossa ricoperte da calcite ed un più attento esame rivelò la presenza di altro ossame nel cumulo detritico alla base di detto camino. Alcune delle ossa probabilmente apparenenvano alla Hyaena spelaea.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 24-04-1962
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Data dello scatto: 11-07-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Viezzoli Fabrizio

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Data dello scatto: 11-07-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Viezzoli Fabrizio

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Data dello scatto: 11-07-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Viezzoli Fabrizio

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Descrizione inquadratura: Altra inquadratura dell'ingresso ostruito