Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1155 - Abisso del Monte Coste

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso del Monte Coste
Nome principale sloveno
Numero catasto 1155
Numero catasto storico 4103VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110012 - Samatorza
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5067630,1
Longitudine Gauss-Boaga 2421674,7
Latitudine WGS-84 45° 45' 18,1" (45,75502778)
Longitudine WGS-84 13° 44' 8,4" (13,73566667)
Latitudine UTM WGS-84 5067607,2
Longitudine UTM WGS-84 401668,8
Quota ingresso 355
Data esecuzione posizione 15-01-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 25
Autore posizione Cergol Gianni
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 20
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 79
Dislivello totale 79
Quota fondo 276
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre a pochi passi da una traccia di sentiero, sul versante meridionale del Monte Coste ed è raggiungibile da Sales con una passeggiata di una trentina di minuti.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della cavità consta di due aperture piuttosto anguste, delle quali quella meridionale risulta essere la più agevole. Alla base del pozzo d'accesso un breve cunicolo porta al secondo salto, dalle pareti interamente concrezionate, alla sommità del quale un alto camino si perde nell'oscurità. Sul fondo vi sono delle vaschette d'acqua ed è inciso un marcato solco profondo due metri, mentre sulla parete si aprono delle fessure che lasciano intravedere una possibile continuazione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-02-1962
Foto
Data dello scatto: 15-01-2015

Autore foto: Cergol Gianni

Gruppo di appartenenza: CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Descrizione inquadratura: ingresso