Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1140 - Voragine in località Plan di Zermula

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Voragine in località Plan di Zermula
Nome principale sloveno
Numero catasto 1140
Numero catasto storico 516FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Carniche
Provincia Udine
Comune Paularo
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 032023 - Cresta Cravostes
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5158529,0
Longitudine Gauss-Boaga 2375416,0
Latitudine WGS-84 46° 33' 52,3959" (46,56455443)
Longitudine WGS-84 13° 6' 48,3323" (13,11342563)
Latitudine UTM WGS-84 5158505,3
Longitudine UTM WGS-84 355412,4
Quota ingresso 1060
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Probabilmente ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 7
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 38
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 46
Dislivello totale 46
Quota fondo 1014
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità Lo stretto pozzo d'accesso, profondo 7m, finisce su di una strettoia, oltre la quale uno scivolo inclinato porta sull'orlo del secondo pozzo, profondo 10m. Questo, molto più largo del precedente, e sormontato da un ampio camino, finisce su di un ripiano ghiaioso leggermente inclinato, da cui si accede al terzo pozzo, profondo 14m e diviso nella parte superiore da una lama di roccia. Dalla base di tale pozzo si sviluppa, prima in salita e poi in discesa, una breve galleria che termina su di un saltino di 4m, molto stretto, sotto il quale si intravede una possibile continuazione.
Nel 1987 l'imbocco della cavità risultava intransitabile in quanto ingombro di detriti, legname e materiale vario.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 30-09-1961