Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1111 - Grotta a NE di Prosecco

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a NE di Prosecco
Nome principale sloveno
Numero catasto 1111
Numero catasto storico 3989VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-1959
Scopritore Gherbaz - Franco
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110052 - Prosecco
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5062917,0
Longitudine Gauss-Boaga 2421545,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 45,3549" (45,71259858)
Longitudine WGS-84 13° 44' 5,8436" (13,73495656)
Latitudine UTM WGS-84 5062894,2
Longitudine UTM WGS-84 401539,0
Quota ingresso 240
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 6
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 32
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 31.4
Dislivello totale 31.4
Quota fondo 208.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso si apre in un banco di calcite ed era ostruito da un tappo di concrezione che è stato poi allargato; attualmente è nuovamente occluso.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso è piuttosto stretto e va ulteriormente restringendosi fino a diventare intransitabile a 6m di profondità; a 4m di profondità si apre in parete una fessura che dà accesso ad un pozzo parallelo al primo, il quale dopo 5m immette nuovamente nel pozzo principale, che per quanto stretto risulta ora transitabile. Dopo 11m si giunge in una piccola caverna (punto 1 del rilievo) e da qui il pozzo continua, chiudendosi a 9m di profondità. Dalla cavernetta si passa poi in una galleria ben concrezionata (punti 3-4) nella quale si apre uno stretto camino; da qui, attraverso uno stretto cunicolo (punti 4-5), si passa ad una prima saletta nella quale si apre lateralmente un pozzo cieco di 4m. Proseguendo si giunge in una sala più spaziosa della prima, nella quale si apre un pozzo di 11m che porta la grotta alla sua massima profondità, e nel quale c'è la possibilità di un ulteriore continuazione. Una strettoia, il cui fondo è costituito da una vaschetta (punti 7-8), si passa dapprima in una piccolissima cameretta, ricchissima di cannelli e stalattiti e quindi in uno stretto cunicolo fangoso con il quale la grotta finisce.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-09-1960