Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1100 - Grotta a NW di Trebiciano

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a NW di Trebiciano
Nome principale sloveno
Numero catasto 1100
Numero catasto storico 4066VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5060288,0
Longitudine Gauss-Boaga 2427929,0
Latitudine WGS-84 45° 41' 23,347" (45,68981862)
Longitudine WGS-84 13° 49' 2,8488" (13,817458)
Latitudine UTM WGS-84 5060265,1
Longitudine UTM WGS-84 407922,9
Quota ingresso 310
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 19.5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 70.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 47.5
Dislivello totale 47.5
Quota fondo 262.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco della cavità si trova in un vasto prato delimitato da un muretto, non molto distante da una grande dolina, ed inizialmente era ostruito da un grande masso. Durante i lavori di sbancamento per la costruzione dell'oleodotto transalpino la grotta è stata definitivamente ostruita.
Gli ambienti della grotta sono adorni di una straordinaria varietà di stalattiti, mentre ovunque colate luccicanti e gruppi colonnari contribuiscono a conferire ai vani sottostanti una suggestiva bellezza.
Il pozzo d'accesso porta in una caverna (punto 3) con il suolo detritico in leggera pendenza, dalla quale si dipartono, in diverse direzioni, alcuni cunicoli ciechi.
Sopra la base del pozzo, a 4m di altezza, si sviluppa una breve galleria (punto 4), che forma una specie di terrazzo, la cui volta va gradualmente abbassandosi sino a chiudersi raggiungendo il suolo.
In direzione Sud-Ovest un basso e stretto passaggio porta in un breve tratto di galleria che sbocca su di un pozzo inclinato.
La caverna sottostante ha il suolo formato da una spessa coltre calcitica.
In direzione Nord-Ovest la grotta prosegue per un breve passaggio (punto 7), nascosto in parte da lame e colonne, il quale immette in una piccola sala.
In direzione Sud-Ovest un breve salto dall'imboccatura molto stretta (punto 8) porta in una caverna riccamente concrezionata (punto 9) e dal suolo in forte pendenza nel quale sono scavate alcune vaschette d'acqua dal fondo fangoso.
A Est scende un pozzo dalle pareti ricoperte da enormi colate calcitiche, alla cui base (punto 10), anch'essa completamente concrezionata, si apre una sala abbastanza vasta, dal suolo in forte pendenza, che termina con un breve ed angusto cunicolo (punto 11), il quale si mantiene sempre in forte pendenza fino a divenire impraticabile.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 13-08-1960