Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 1092 - Grotta Fulvio

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Fulvio
Nome principale sloveno
Numero catasto 1092
Numero catasto storico 4041VG
Numero totale ingressi 2

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5059605,5
Longitudine Gauss-Boaga 2427429,2
Latitudine WGS-84 45° 41' 0,9977" (45,68361048)
Longitudine WGS-84 13° 48' 40,2146" (13,81117071)
Latitudine UTM WGS-84 5059582,7
Longitudine UTM WGS-84 407423,1
Quota ingresso 323
Data esecuzione posizione 05-08-1999
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 7
Autore posizione Sgambati Alessandro
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 82.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 19.6
Dislivello totale 19.6
Quota fondo 303.4
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della grotta è una stretta fenditura che si apre al ciglio di una piccola dolina erbosa, a breve distanza dall'Abisso Fulvio (1338/4291VG).
Dalla base del pozzo d'accesso la grotta si sviluppa con vari ambienti, adorni di innumerevoli stalattiti candide e di piccoli gruppi di colonne, separati da passaggi bassi; dalla volta, in qualche tratto, penetrano delle radici coperte da concrezioni a forma di infiorescenze calcitiche.
Tra la Grotta Fulvio e l'Abisso Fulvio si conosceva l'esistenza di un breve pozzo cieco: nel 1991 è stato constatato che esso comunica con la caverna principale della Grotta Fulvio e che può esser sceso senza l'uso di attrezzatura, grazie alla presenza di una capretta viva ed illesa, incontrata visitando la grotta entrando dal primo ingresso.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 24-03-1991
Foto
Data dello scatto: 14-07-2010

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Podgornik Ferruccio

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Descrizione inquadratura: 1°ingresso
Data dello scatto: 14-07-2010

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Podgornik Ferruccio

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Descrizione inquadratura: 2° 1ngresso